Il programma del genere: le elezioni presidenziali de 2016

_IT__CT-_Gender_and_the_Election_(1).png
This article by Harriet Fraad was originally published in English and is also available in Spanish. Questo articolo di Harriet Fraad è stato originariamente pubblicato in inglese e spagnolo.
 
 
DI HARRIET FRAAD | 7 DICEMBRE, 2016
 
Vi era un cruciale messaggio socio-politico nei programmi di genere radicalmente diversi nell’elezione presidenziale del 2016. Questo messaggio passò inosservato finché non fu portato alla luce da un video del 2005 in cui Trump si vantava delle sue aggressioni sessuali contro le donne. Quel video divenne virale, ispirando milioni di donne a confrontare violenze sessuali del proprio passato. La rilevanza del video è stata esemplificata dal fatto che, quando Kelly Oxford, una nota blogger ispirata dal video di Trump, ha condiviso la sua prima esperienza di violenza sessuale e ha invitato altre donne a fare lo stesso, si aspettava di ricevere tra le 50 e le 75 risposte. Ne ha ricevute invece 27 milioni. Il video ha indirettamente posto la mentalità di genere e comportamenti nei confronti delle donne e della sessualità femminile come un centro focale dell’elezione presidenziale 2016.
 
C’erano aspre differenze tra tutti e tre i protagonisti considerati come reali contendenti per il ruolo presidenziale. Discuterò solo dei tre candidati degli unici due partiti di cui si occupano i nostri media: Hillary Clinton, Bernie Sanders e Donald Trump.
  
Bill e Hillary Clinton
 
Bill e Hillary Clinton hanno presentato una partnership tra operatori politici che condividevano un’ambizione personale e un programma politico ed economico neoliberalista. Avevano un vincolo di cooperazione reciproca per vantaggi economici sia politici che personali: in altre parole, per potere e danaro. Erano “la coppia di potere” per antonomasia.
 
Hillary affrontò il genere dichiarandosi come la candidata per tutte le donne, nonostante sia molto distante dalla gran parte delle donne americane. Dal 2013 al 2015, Hillary Clinton si è portata a casa 15 milioni di dollari all'anno. Meno del 2% delle donne americane guadagnano più di $150,000 all'anno, che è l’ammontare necessario per un tenore di vita medio per una famiglia o uno stile di vita agiato per un individuo. Hillary Clinton è una femminista aziendale. Usa qualsiasi scusa possibile per ottenere un vantaggio per se stessa all’interno di un sistema capitalista con una disuguaglianza crescente. Non sfida la stretta in cui le istituzioni aziendali tengono la nostra nazione, in cui la povertà è principalmente un problema per donne e bambini.  Due terzi dei lavoratori americani a salario minimo e poveri sono donne, molte con figli, ed è per questo che i bambini americani sono gli americani più poveri di tutti. I lavoratori a salario minimo hanno bisogno di alzare gli stipendi ad almeno $15.00 all’ora per sopravvivere. Finché Bernie Sanders non si è battuto per il salario minimo federale di $15, Hillary ha costantemente sostenuto i $12 all’ora invece dei $15. Non ha mai sostenuto un salario minimo federale di $15, anche se avrebbe adiuvato la vita di due terzi delle donne americane.
 
Hillary ha spesso affermato la sua profonda preoccupazione per donne e bambini. Tuttavia, ha sostenuto il bombardamento di città mediorientali in cui perirono migliaia di bambini. Clinton fu Segretario di Stato USA nel periodo in cui bombe americane devastarono l'Iraq, l'Afghanistan, la Siria, la Libia, lo Yemen e la Somalia. E chi è in casa quando le abitazioni vengono bombardate? Sono gli uomini soldati dei talebani e ISIS? Certo che no. Sono gli anziani, le donne e i bambini. Per Hillary, erano danni collaterali. Nel suo appoggio incondizionato per Israele, ha legittimato l’arresto e l’incarcerazione di bambini palestinesi. Hillary ha anche accettato milioni di dollari dall'Arabia Saudita, uno dei paesi più accaniti nell’uso di bombe contro civili siriani e uno dei più draconiani per quanto riguarda l’oppressione delle donne. Non c’era nessun segno di preoccupazione femminista per le donne e i bambini rifugiati, in fuga dalle loro terre.
 
Hillary ha anche tollerato l’aggressione sessuale. Al di là della sua retorica finto-femminista, non ha mai sposato pubblicamente l’idea di porre fine all’aggressione sessuale nell’esercito, sui campus universitari o in altri luoghi. Tuttavia, la tolleranza dell’aggressione sessuale non era solo confinata alla politica. Era proprio davanti ai suoi occhi, nella sua vita intima con Bill. Nell’ultimo scoop sulla predazione sessuale di Bill, su cui si è in gran parte taciuto USA, si racconta che Bill abbia preso tra i 10 e 26 voli sul Lolita Express. Il Lolita Express era operato da Jeffrey Epstein, un pedofilo pregiudicato. Sul Lolita Express, uomini ricchi sborsavano ingenti somme di denaro per viaggiare su un aereo su cui stupravano ragazze minorenni. Bill frequentava anche l’Isola degli Schiavi Sessuali di Epstein, conosciuta anche come “L’isola delle orge”, un’altro luogo per lo stupro di ragazze minorenni.
 
Anche se il web accusa Bill di ancora altre aggressioni sessuali, è stato credibilmente accusato di aggressione o molestia sessuale da almeno 7 donne. Hillary non ha mostrato nessuna compassione per le vittime di Bill. Invece, le ha sprezzantemente denigrate e calunniate.
 
Hillary ha ignorato l’aggressione sessuale quando si trattava di avanzare la propria carriera e quella del marito. Lei e Bill hanno presentato un’alleanza neoliberalista in cui Bill può stuprare donne ed entrambi possono entrare a far parte della facoltosa elite, tra la quale hanno ammassato $111,000,000. Allo stesso modo, esiste un parallelo tra loro e gli USA, che con fare machista fanno i propri comodi contro chiunque e contro qualsiasi nazione decidono di invadere. Dopotutto, gli Stati Uniti hanno il potere e i soldi. Quella appropriazione arrogante del potere e dei soldi rievoca lo stereotipo spietato della mascolinità machista. Le femministe aziendali non rifiutano necessariamente comportamenti stereotipicamente maschili. Invece, possono aspirare a quegli stessi spietati comportamenti. Hillary e Bill sono una coppia moderna con un’apparente uguaglianza di genere nelle ambizioni professionali ed economiche, per cui lavorano come una squadra di pari.
 
Hillary, la femminista, non detiene il medesimo appeal populista del marito o di Barack Obama. Lei è, alla fine, nella sua posizione grazie al suo uomo, e grazie all’eccezionale aiuto di un altro uomo, Barack Obama. Ora, Obama impedisce che Hillary sia incriminata per le sue e-mail e le truffe compiute sotto il manto della Fondazione Clinton. Calza male il ruolo di paladina femminista in difesa della maggioranza delle donne o per conquiste senza aiuto delle donne.
  
Donald e Melania Trump
 
Trump è un uomo la cui attrattiva è la promessa di rendere gli uomini bianchi americani “di nuovo grandi”. I bei tempi andati che vuole ricreare non erano tanto belli per le minoranze, le donne, i poveri, o le comunità LBGT, che nel complesso costituiscono una parte significativa della popolazione americana. Sul piano intimo, i suoi soldi gli hanno comprato un giovane e stiloso oggetto sessuale. L’antica tradizione radicata nel genere di aver accesso sessuale a donne nubili in cambio di un sostegno economico è chiaramente dimostrato nel matrimonio di Trump. Melania conobbe Donald quando aveva 28 anni e stava facendosi vecchia come modella. A 28 anni, le opportunità di Melania in quanto modella, cioè come un oggetto sessuale per la vendita di prodotti, erano confinate alle pubblicità di sigarette e alcol, le quali non possono assumere minorenni. Ha ammesso nella sua intervista per GQ che il suo matrimonio si basa su una rigida separazione dei ruoli. “Donald non ha mai cambiato un pannolino... non l'ha mai sentita scoreggiare o fare la cacca." Donald non sa che lei è in verità una persona che non emana profumi costantemente. Melania è il tipico oggetto sessuale: silenzioso, bellissimo, giovane, che se ne sta all’ombra del marito pomposo.
 
I comportamenti di Trump contro le donne lo hanno perseguitato durante la campagna elettorale. Dopo che la campagna di Ted Cruz ha postato una foto apparsa nella rivista GQ di Melania nuda su una pelle d'orso, Trump e i suoi seguaci hanno postato una foto di Heidi Cruz che sembrava arrabbiata piuttosto che sexy. Donald e i suoi fan hanno reso chiaro che, per loro, Donald ha la moglie migliore. Nelle parole del tweet di Donald: “La mia moglie è più figa.” Dopotutto, ci chiediamo, a che serve una moglie? Nel famoso video precedentemente menzionato del 2005, Donald si compiace della sua abilità di aggredire le donne sessualmente grazie alla sua fama e ricchezza. “Quando sei una star, ti lasciano fare,” Trump dice nella registrazione ottenuta dal Washington Post.“Puoi fare di tutto.” Nello stesso video, dice che quando incontra donne bellissime, sente di poter “prenderle per la fica.”
 
Ma Trump e’ più di un bullo macho: come Bill Clinton, Trump è stato invischiato in accuse di aggressione sessuale e stupro sin dai primi anni '90. Durante il divorzio di Trump da Ivana, la prima moglie, le corti sancirono gli accordi di divorzio a causa del “trattamento crudele e disumano” di Trump nei confronti della moglie, tra cui relazioni coniugali in cui Ivana diceva di "sentirsi violata."Da allora, sono emersi innumerevoli racconti che descrivono le avance sgradite di Trump verso varie, giovani donne. E nel 2016, una donna sotto l'alias Katie Johnson ha fatto causa a Trump per "aver commesso atti perversi" con lei appena dodicenne. Dopo aver ricevuto minacce di morte contro la sua famiglia, ha abbandonato il caso nel novembre 2016.Anche Trump ha fatto un giro all'Isola degli Schiavi Sessuali del suo noto amico. Ci vuole un disprezzo feroce verso l'umanità di una giovane donne per stuprarla con la forza e poi minacciare lei e la sua famiglia. Una persona che puoi trattare in quel modo non è, ai tuoi occhi, un essere umano. La filosofia del genere di Trump appare simile al suo punto di vista sull’argomento del cambiamento climatico e l’ecologia: stuprare la Madre Terra. Puoi aggredire qualsiasi donna tu voglia: non sono umane. Tu sei il potere. Tu hai i soldi!
 
Melania, come Hillary, si è fatta bene i conti. Si gode lo stile di vita lascivo e guarda dall’altra parte quando Donald fa i viaggetti sul Lolita Express. Melania riduce i vanti del di Trump riguardo palpeggiare e stuprare donne a “chiacchiere da ragazzi” e paragona il marito al figlio undicenne. Dice che la registrazione famigerata con Billy Bush, in cui Trump si vanta di aver sessualmente aggredito donne, non era veramente la voce di Donald. Era l’amico, Billy Bush, che lo spronava a vantarsi. Melania non ha interessi negli affari del marito con la Trump University, dove ha imbrogliato giovani che avevano bisogno e che hanno pagato per abilità che non hanno ottenuto. A ogni modo, né la sua vita sontuosa né il suo comportamente di genere vanno messi in discussione.
  
Bernie e Jane
 
Bernie e Jane erano messi in profondo contrasto con i rapporti esibiti dai Clinton e dai Trump. Jane si guadagna da vivere da sola. Bernie e lei sono compagni, pari, esseri umani vulnerabili che stanno insieme emozionalmente, intellettualmente e politicamente. Le loro foto li mostrano in totale connessione umana. Jane non è un oggetto sessuale. Mostra l'età che ha. Pur mantenendo il proprio lavoro e la propria vita, una vita che Bernie rispetta, è stata una partner alla pari con il marito per tutto l’arco della sua campagna elettorale. Trae beneficio da questo matrimonio in qualità di un partner emozionale e intellettuale in un rapporto d’amore reciproco. Lei non ha ricevuto favori economici o politici per aver tollerato lo stupro. Sanders non è né uno stupratore né un predatore sessuale.
 
A differenza di Trump o Clinton, Bernie non era legato a Wall Street o ad altre multinazionali. Insieme, lui e Jane guadagnano $214,000 all’anno, meno di quanto ha guadagnato Hillary in un anno di lucrosi discorsi alla Goldman Sachs.
 
A differenza di Melania, Jane non abita in una villa dorata che sembra la tomba di Napoleone, una villa che da sola non potrebbe permettersi. A differenza di Trump e Melania o di Bill e Hillary, Bernie e Jane incarnano un accordo tra pari che condividono vite politiche, economiche, intime ed emozionali. L’onestà di Bernie e la sua preoccupazione genuina per gli svantaggiati l’hanno reso idoneo per essere cacciato dalle primarie a vantaggi di Hillary Clinton e dell’1%. Solo ora siamo a conoscenza di ciò, poiché abbiamo una fonte di informazione onesta come Wikileaks.
 
Credo che le dinamiche di genere in queste elezioni debbano essere discusse esplicitamente. Il genere e’ un’idea aspramente contenziosa in America. Le persone sono allarmate dal genere. Trump che si vanta di stupro e palpeggiamento è diventato virale: un segno di una rabbia delle donne americane e dell'incredibile importanza della questione genere.
 
Circa metà della forza lavoro è femminile. La maggior parte delle donne USA è single. Il matrimonio tradizionale con moglie e figli a carico - quello incarnato da Trump e Melania - è arrivato al capolinea.In quattro famiglie con figli su dieci, la madre è l'unica o la principale provider economica. Matrimoni tradizionali come quello dei Trump sono un lusso che solo i ricchi possono permettersi. Lavori della classe media bianca sono stati appaltati all’estero, computerizzati o automatizzati con l’appoggio sia di Bill Clinton sia di Donald Trump. Per questa ragione, uomini colletti blu hanno perso l’influenza che i loro salari familiari li permettevano di avere. Le donne sono incapaci e non disposte a essere lavoratrici domestiche a tempo pieno, coloro le quali si prendono cura dei figli, operaie emotive e lavoratrici del sesso per uomini che non posso provvedere loro. Gli elettori di Trump sono in gran parte questi uomini abbandonati dalla mutevole economia dei servizi. Il loro rifiuto dell’istruzione li lascia ancor più indietro. Sono ignorati in quanto candidati per matrimoni in cui pretendono servizi, ma in cui hanno bisogno anche degli stipendi delle mogli. Sono assediati dai cambiamenti attorno al genere che la nostra economia richiede. Le elettrici di Trump sono indiavolate per il fatto di dover lavorare fuori casa quando vorrebbero essere mantenute. La loro mancanza d’istruzione le predispone a quei lavori con salari bassi da cui una volta, in quanto donne bianche, erano protette.
 
Gli uomini devono essere ora, come minimo, agenti impegnati - se non paritari - nel lavoro emotivo e domestico, nel crescere i figli e nel sesso. Le definizioni di genere per l’uomo e per la donna sono cambiate, mandando molti americani nel panico. La recente isteria riguardo i transessuali e l'uso del bagni a loro scelta è un trasferimento di quella paura del cambio della definizione del genere. L’ira contro l’aborto è un simile trasferimento della paura dei cambi del genere accelerata a causa dell’outsourcing, della computerizzazione e dell’automazione da parte di multinazionali capitaliste di posti di lavoro americani. Le donne né devono né possono più essere definite dalla funzione di fare figli.
 
I capitalisti ora hanno l’intero pianeta da sfruttare. I salari familiari del passato comprendevano due supplementi salariali: uno per essere bianchi, un altro per essere uomini, in una forza lavoro piccola. Non è più così. La furia degli uomini causata dalla perdita dei loro posti di lavoro fa parte di una furia più grande. Le famiglie bianche americane hanno perso i salari familiari maschili che consentivano alla maggioranza bianca di avere una vita comoda, da classe media, con un uomo salariato con moglie e figli a carico. Le piccole imprese di famiglia sono state decimate dalle grandi compagnie. Il ferramenta di quartiere ora è un Home Depot. L’osteria sottocasa, un McDonald, o un Burger King, o un Wendy’s, Friendly’s, ecc. La fattoria di famiglia è un gigante dell’industria agroalimentare. La cartoleria dietro l’angolo è uno Staples. L’alimentari gestito dai vicini è un Walmart.
 
Quelle perdite avrebbero potuto dare adito a un movimento unitario per servizi di massa per l’infanzia di alta qualità, permessi di maternità e paternità, ferie pagate come in altre nazioni avanzate, cose che ci avrebbero permesso di cambiare i ruoli di genere rigidi, paralizzanti e sessisti in ruoli umani. Se Sanders avesse vinto la nomination democratica, un movimento unitario del 99% avrebbe potuto pretendere la fine dei paradisi fiscali per i ricchi, rigide restrizioni per l’outsourcing e normative per salari massimi e minimi. Ne sarebbero derivati il sostegno economico per famiglie e bambini e uno stile di vita decente per tutti gli americani. Uomini e donne avrebbero potuto condividere i successi e le difficoltà dentro e fuori casa. Un movimento simile avrebbe potuto unire l’intero 99% americano: uomini e donne, di tutte le razze, di tutti i colori, di ogni orientamento sessuale. Il discorso di classe in America è represso. Non c’è stato un movimento di uomini e donne uniti per la trasformazione di classe negli ultimi cinquant’anni. Potrebbe succedere ora. Bernie e Jane rappresentano il movimento progressista per l’uguaglianza e la parità di genere e di classe. Come coppia, rappresentano l’amore tra pari. La consapevolezza del programma del genere è un aspetto cruciale per il movimento che verrà.
Dr. Harriet Fraad è una terapeuta abilitata per la salute mentale e una ipnoterapista con uno studio privato in New York City. È un membro fondatore del movimento femminista e della rivista “Rethinking Marxism”. Da quarant’anni, è una radicale impegnata nella trasformazione della vita sia privata che pubblica americana.
 
Tradotto da Andrea Iannone, d@w Translation Team

Fluent in English and another language and interested in joining the d@w Translation Team? Email: betsy@democracyatwork.info

Showing 1 comment

Please check your e-mail for a link to activate your account.

Become a Monthly

d@w

Supporter

Sign Up!

Upcoming Events

d@w-Seattle First Monthly Action Group Meeting!

When: Oct 21, 2017 10:00—12:00PM

Where: Northeast Branch of the Seattle Public Libraries

What: Presented by Caleb Nerison

Big Changes Loom for the UN, United States, and World Economies: The Crises Deepen

When: Oct 22, 2017 01:30—03:30PM

Where: UU’s Hall of Worship

What: Presented by Dr. F. B. Lord, UNGACUNGAC

View All Events

Follow Us


Facebook Friends:

Which of your Facebook friends have joined

d@w

Connect to Find Out:


patreon_promo-01.png


action_promo-01.png